la cornice coprifilo delle porte interne

legnoalluminio sprint finitura grigio ferro velvet
NUOVE FINITURE LEGNO VELVET : I serramenti AnGer UNICI ed ESCLUSIVI
9 Marzo 2020
Perchè scegliere infissi e serramenti in legno alluminio per la tua casa
26 Marzo 2020
cornice coprifili mostre anger

Cornice Coprifilo Porte Interne 

Quando si costruisce o si rinnova la propria casa, l’argomento “porte da interni” diventa centrale.

Gli architetti sanno che il tipo di arredamento che si vuole realizzare in un appartamento, dipende molto dal genere di porta che si sceglie.

Non è facile cambiare arredamento se non si tiene conto anche delle porte interne e con esse, la cornice coprifilo assume un ruolo sicuramente importante.

Se ci fai caso, la cornice coprifilo di una porta è come una linea continua che parte dal pavimento e prosegue lungo tutto il perimetro della casa. In pratica il telaio di una porta non rompe la linea continua che si crea con il battiscopa (chiamato comunemente zoccolino), che corre battente il muro.

Lo spessore della cornice coprifilo della porta è lo stesso dello zoccolino, come pure il materiale e il colore sono identici.

Nelle case dove non c’è un battiscopa, anche la porta ha un telaio a filo muro, tutto ciò ci fa capire quanto sia importante la cornice  coprifilo di una porta dal punto di vista del design.

Ovviamente ci sono delle altre caratteristiche di natura tecnica, che spesso diamo per scontate, fino al momento in cui si notano piccoli difetti di funzionamento che ci fanno puntare il dito, sbagliando, sulla serratura oppure sul pannello porta.

 

Qual è il ruolo della cornice coprifilo della porta e da quali elementi è fatta?

Approfondiamo un tema poco sviscerato persino in rete ma di vitale importanza sia per il design sia per alcuni aspetti che ignoriamo, uno fra tutti il rumore.

 

A cosa serve la cornice coprifilo di una porta da interni?

Tutte le porte hanno un telaio, serve da un lato a fissare la porta tramite la cerniera e dall’altro a fissare la piastra di battuta per il fermo porta. Lo scopo essenziale della cornice coprifilo della porta è di fornirgli un supporto duraturo, il suo montaggio è un’operazione delicata poiché deve garantire che la porta possa pendere perfettamente a livello del pavimento, altrimenti rischia di strisciare e bloccarsi.

Una porta che non abbia il supporto di una cornice coprifilo di qualità installata a regola d’arte, presto o tardi presenterà il conto. Può succedere che sia difficile chiuderla oppure che non si riesca più a serrarla, il motivo è che la sua struttura si è spostata per effetto meccanico oppure a causa del naturale movimento subito da alcuni materiali, come il legno che si muove quando è soggetto al calore.

La cornice coprifilo o stipite della porta moderna è dotata di accorgimenti che ne aumentano le prestazioni. Il classico esempio è il rumore che la porta fa quando sbatte. Se nel battente è installata una guaina in gomma, la porta non genera frastuono quando viene chiusa con impeto, ciò accade per effetto di un cuscinetto d’aria che si crea che ne rallenta la velocità.

 

Com’è fatta la cornice coprifilo della porta per interni?

La cornice coprifilo di una porta è composta da molti elementi che insieme permettono di realizzare il supporto necessario di cui un pannello porta ha bisogno.

 

Testa

La testa del telaio di una porta è chiamato architrave o stipite superiore. Quest’asta orizzontale definisce la larghezza del telaio in cui troverà alloggiamento la porta. Nella testa di solito ci sono delle scanalature necessarie per adattarsi agli stipiti laterali.

 

Stipiti

Gli stipiti sono le aste laterali del telaio, che corrono verticalmente. Solitamente le cerniere vengono montate nello stipite di destra (ponendosi di fronte alla porta) e si agganciano alla porta. L’altro lato è dove verrà montata la piastra di battuta, viene chiamato stipite del fermo. La larghezza degli stipiti di solito corrisponde alla larghezza del muro.

 

Fermi

I fermi sono strisce sottili che vengono montati sugli stipiti, oppure possono essere modellati negli stipiti stessi, si possono chiamare anche stipiti ribassati. Il loro scopo è di catturare la porta quando viene chiusa, il fermo determina il lato da cui la porta si può aprire, se non ci fosse non sarebbe possibile impedire alla porta di spingersi oltre i cardini. I fermi non sono montati su porte a battente, che possono essere aperte da entrambi i lati della cornice del telaio.

 

Davanzale

Il davanzale, o soglia, di un telaio della porta, è la sezione orizzontale inferiore. La porta poggerà contro questo pezzo quando è chiusa, in questo modo verrà chiuso lo spazio tra la parte inferiore della porta e il pavimento. Le porte interne solitamente non hanno davanzali, la porta è quindi appesa ai cardini laterali in modo che la distanza dal pavimento sia di pochi millimetri.

 

Architrave

L’architrave delimita la cornice ed ha un ruolo sia decorativo sia strutturale. In pratica si tratta di un rivestimento che armonizza i vari elementi. L’architrave copre la maggior parte del telaio e nasconde lo spazio in cui si unisce al muro. Questo elemento ha la necessità di congiungere il design del battiscopa alla porta per questo motivo è rifinito allo stesso modo.

 

Ruolo della cornice coprifilo della porta da interni nel design

Infine alcune considerazioni sul ruolo che gioca la cornice della porta da interni nel design della casa.

Al di la del tipo di arredamento scelto, bisogna pensare al telaio della porta, come ad un perimetro che marca la forma e la accentua.

 

Una porta ha importanza perché definisce la soglia tra due spazi, la sua cornice focalizza la struttura del pannello ed è per questo motivo che non badiamo mai al telaio ma solo alla porta.

Lo stesso principio si applica per le cornici dei quadri, ciò che conta è l’oggetto contenuto.

Questo effetto fa gioco quando ad esempio vogliamo evidenziare la bellezza della lavorazione della porta, sarà sufficiente distinguere il colore dello stipite da quello del pannello porta.

 

Non bisogna dimenticare che il telaio della porta ha bisogno di attenzioni al pari della porta stessa, la pulizia solitamente segue le stesse indicazioni del pannello poiché è lo stesso genere di materiale.

E’ buona norma di sicurezza non intervenire mai sulla struttura del telaio in caso di difetti di funzionamento, un tecnico specializzato è in grado di valutare l’origine del malfunzionamento e per farlo solitamente smonta la struttura per verificare che sia in perfetto ordine.

Ti è piaciuto l’articolo ? è stato interessante ?

Compila il form e resta in contatto con AnGer

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *