Muffe: come evitarne la formazione vicino alle finestre

Non solo infissi: i servizi al cliente AnGer
22 Maggio 2017
Posa in opera: quali materiali utilizzare
26 Giugno 2017

Muffe: come evitarne la formazione vicino alle finestre

Avete da poco cambiato i vecchi infissi di casa ma, i primi temuti “puntini” neri sul muro intorno al telaio e alle finestre sono già apparsi?

E’ l’inizio della formazione della muffa.

muffa-sul-muro-2

Conseguenza della condensa, può comparire nei punti più deboli dell’involucro termico, anche in assenza di condensa superficiale con livelli elevati di umidità dell’aria interna che non viene assorbita dalle pareti.

Si forma su elementi costruttivi a causa di costante o permanente umidità ma anche quando le pareti vengono mal isolate.

Non va a svalorizzare solo da un punto di vista estetico la casa ma, con il tempo diventa molto pericolosa per la salute di chi la vive.

Ma come è possibile la formazione di muffe specie su serramenti nuovi che abbiamo da poco installato?

Vediamo insieme quali possono essere le cause e quali gli accorgimenti da adottare per limitare ed eliminare fenomeni di questo tipo.

Con i vecchi infissi spifferi e perdite di aria o di acqua permettevano un continuo ricambio all’abitazione.

I nuovi serramenti, in legno o legno alluminio, non avendo nessuna perdita di aria o di acqua limitano e bloccano i passaggi dall’interno all’esterno e viceversa.

Gli infissi “moderni” per permettere l’aerazione vengono dotati del sistema di apertura anta-ribalta ma, nella maggior parte dei casi, questo non risolve il problema muffe.

Così costituiti non permettono infatti all’umidità di uscire che, ristagna e genera la formazione di muffa negli ambienti: si ha la formazione di muffa quindi quando si protraggono determinate condizioni che ne permettono la sua proliferazione.

La causa scatenante va ricercata però a monte, nello studio del sistema e dell’esecuzione della posa in opera dei serramenti.

Quando si decide di sostituire i vecchi infissi la prima cosa da fare è rivolgersi a dei professionisti esperti del settore che, prima di vendere qualsiasi tipo di soluzione dovranno provvedere ad accurate valutazioni pianificando, per evitare gravi errori progettuali, un’adeguata e corretta posa in opera.

I motivi che generano la formazione di condensa e la conseguente formazione di muffa sulle pareti circostanti i serramenti sono tre:

  • CONTROTELAI metallici utilizzati per il fissaggio dei serramenti
  • CONTINUITA’ tra esterno ed interno del davanzale
  • ISOLAMENTO tra esterno ed interno inadeguato

L’installazione di controtelai in ferro è un errore molto grave e grossolano da evitare: il ferro è per natura un materiale conduttore, non isola e da accesso al freddo in casa che, a contatto con aria calda ed umida, porta alla formazione di condensa sulle pareti.

Per questa ragione il controtelaio dovrebbe essere isolante ed installato con materiali adeguati per riempire lo spazio con la muratura.

controcassa-in-ferro

Il davanzale in marmo poi non dovrebbe essere continuo ma, interrotto da 3/4 cm di materiale isolante così da bloccare il passaggio del freddo all’esterno.

davanzale-taglio-termico

Per la posa è consigliabile infine l’utilizzo di nastri autoespandenti per infissi che, oltre a garantire il riempimento dello spazio vuoto, apportano un ottimo isolamento acustico e termico.

nastro-autoespandente-infissi-752x440

Per garantire il mantenimento di tutte le prestazioni dei serramenti, una corretta installazione delle finestre è fondamentale.

Ecco perché noi di Anger quando installiamo i nostri infissi partiamo dalla sigillatura del giunto primario (controtelaio|muratura) con schiume elastiche traspiranti nastri di tenuta al vapore acqueo e all’acqua.

Trattiamo poi il nodo secondario (serramento\controtelaio) con nastri autoespandenti che simulano le vecchie schiume poliuretaniche e consentono una tenuta migliorecertificata all’acqua ed al vento.

Con il nostro sistema di  posa evitiamo così:

  • infiltrazioni d’acqua o aria
  • ponti termini
  • muffe e tutto ciò che è causa di un lavoro fatto male o incompleto

13087406_1534863073487723_2401974530114147686_n

Bastano pochi ma necessari accorgimenti per evitare la formazione di fenomeni di questo tipo, spreco di denaro e per rendere la casa salubre.

Solo così  infatti i nuovi serramenti saranno performanti e garantiranno il ricercato e giusto risparmio energetico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *