Riqualificazione energetica: i bisogni della nostra casa

Verniciatura infissi AnGer: il nostro punto di forza
27 Ottobre 2017
Casa: come scegliere una porta finestra
6 Novembre 2017

Riqualificazione energetica: i bisogni della nostra casa

Per capire di cosa ha bisogno la nostra casa dobbiamo immaginarla come un essere vivente: respira, si riscalda e si raffredda, cede e si lesiona se sottoposta a forze impreviste.

Insomma vive e va correttamente seguita.

Come rispondere ai suoi bisogni?

Per la sua salute, per coloro che la vivono e per ottenere un effettivo risparmio economico la nostra casa necessita di controlli periodici, interventi preventivi o risolutivi.

Vediamo alcuni consigli per affrontare al meglio e con consapevolezza i bisogni e le necessità della nostra casa.

NON BASTA SOSTITUIRE LE FINESTRE

La sostituzione degli infissi esterni con modelli altamente performanti e qualificati non basta.

Spesso l’imprevisto più comune in casa a seguito della sostituzione delle finestre è la formazione di fenomeni di condensa e muffa.

Perché?

La  casa respira e, come ogni organismo ha bisogno di continui ricambi d’aria sia per la sua salute che per coloro che la vivono.

Immaginiamo una stanza con vecchi infissi: anche se chiuse, data la presenza di molteplici spifferi dovuti a serramenti datati, in quella stanza avviene in media un ricambio d’aria completo in 1-4 ore.

Immaginiamo una stanza con serramenti di ultima generazione.

Ben sigillate e munite di numerose guarnizioni, le nuove finestre per un ricambio d’aria completo impiegano dalle 15 alle 36 ore.

Per assurdo quindi, dopo aver speso cifre importanti per fonoisolare la nostra casa con infissi ad alta tenuta, dobbiamo ricreare una ventilazione interna.

EVITARE I PONTI TERMICI

Molto importante è evitare la formazione di ponti termici.

Il ponte termico è una parte strutturale della casa che, per differenza di dimensioni, materiale o forma, risulta più fredda di quella principale.

Come si genera?

La saturazione di vapore in una stanza crea una zona di condensa in corrispondenza delle parti più fredde e, per prevenirla, è necessario proteggere le parti sensibili isolandole dall’esterno.

 

LE TENDE OSCURANTI

Doppi, tripli, basso-emissivi ecc., per quanto i nostri vetri possano essere efficaci, una parte di calore passa sempre senza avere la possibilità di ritorno.

Gli oscuranti in questo ci danno una mano perché trattengono una porzione di calore al loro interno e, con pannelli frangisole orizzontali o verticali, lo diffondono nell’ambiente.

RISCALDARE CON IL SISTEMA PIU’ ADEGUATO

Esistono numerosi sistemi di riscaldamento ma, non tutti sono giusti o adeguati alla stessa maniera per tutte le abitazioni.

Anzi, se la scelta non viene fatta con attenzione, si rischia di spendere molto senza ottenere risultati.

Quello che è davvero importante è la realizzazione efficace dell’involucro edilizio: maggiore sarà l’isolamento e minore sarà il fabbisogno necessario al riscaldamento e al raffreddamento della nostra casa.

E’ allora inutile scegliere impianti altamente performanti e innovativi se non si interviene in altre opere di risparmio energetico.

Ogni impianto ha i suoi vantaggi e svantaggi che, prima di prendere in considerazione per il benessere e comfort dei nostri ambienti, tutti noi dovremmo conoscere e considerare.

 

 

 

[activecampaign form=1]

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *