Umidità da condensa: la principale causa di muffa nelle pareti

Isolamento di ponti termici e riqualificazione energetica
3 Ottobre 2017
Nastro autoespandente: quale utilizzare
6 Ottobre 2017

Umidità da condensa: la principale causa di muffa nelle pareti

L’umidità da condensa è spesso la causa della formazione di muffa.

Nelle stagioni invernali si manifesta solitamente negli angoli alti o bassi dei muri in corrispondenza dei ponti termici ai piani fuori terra.

Mentre nel periodo estivo trova maggiore spazio nelle pavimentazioni contro terra prive di isolamento termico tipiche dei piani interrati.

 

 

 

 

Per comprendere perché si forma la condensa e la successiva muffa, basta pensare a cosa succede a una bottiglia fredda nel periodo estivo appena viene tolta dal frigo.

L’umidità ambientale condensa attorno alla bottiglia poiché, si trova a una temperatura molto inferiore rispetto alla temperatura ambientale.

Maggiore è la differenza tra le due temperature (ambiente/oggetto), maggiore sarà la quantità di umidità ambientale che si depositerà nell’oggetto freddo, fino a creare un velo d’acqua.

 

 

 

La stessa cosa avviene nei muri durante la stagione invernale: immaginiamo che la bottiglia fredda sia inserita nell’angolo di una stanza e che, l’aria calda della stanza depositi il suo vapore nell’angolo dei muri.

Dopo alcuni giorni vedremo che la  muratura diverrà umida e si avrà la formazione di muffa.

Durante i periodi freddi, nel peggiore dei casi, si possono formare anche piccole scie d’acqua che scorrono nelle murature, nei serramenti o nei pavimenti. 

Il fenomeno della condensa è determinato da una specifica formula che permette sia di analizzare il problema sia si individuare la sua soluzione definitiva.

L’applicazione di prodotti anti-muffa non è mai stata una soluzione in quanto prevede l’uso di “veleni” per combattere la nascita delle dannose spore della muffa.

Le vere soluzioni che noi consigliamo comportano l’eliminazione della causa alla radice.

 

 

 

 

Per eliminare il problema si deve comprendere come i seguenti elementi contribuiscono alla sua formazione:

  • criticità dei ponti termici;
  • inumidimenti delle pareti dall’esterno;
  • aumento del vapore acqueo dovuto da altre forme di umidità edili;
  • non compatibilità dei materiali a parete.

L’elemento principale per la formazione della muffa è il valore di umidità presente nell’ambiente: più è elevato, più è probabile che nascano delle muffe.

La muffa scomparirà per sempre dall’abitazione solo eliminando il problema che la causa.

In tal modo non sarà più necessario eseguire fastidiose pulizie periodiche migliorando anche la qualità dell’aria di casa che tornerà salutare per le persone che vi abitano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *