Verniciare Porta in Laminato : un fai da te utile e pratico

Planitherm Infinity AnGer Benevento
Planitherm Infinity: luminosità e comfort nel tuo spazio di casa
14 Aprile 2020
Infissi esterni PVC – Pro e Contro
16 Aprile 2020
guida fai da te per verniciare le porte in laminato

Verniciare Porta in Laminato

Una guida da leggere per chi è amante del fai da te

Spesso e volentieri si desidera cambiare lo stile della propria casa. La prima cosa che viene in mente un po’ a tutti, è quella di dare una bella mano di vernice alle pareti, in seconda battuta si interviene sull’arredamento, per poi accorgersi che c’è qualcosa che non va.

Quel “qualcosa” è il colore delle porte da interni in laminato o in legno. Cambiando il colore delle pareti e lo stile della casa, la porta da interni, magari non in perfette condizioni, può risultare fuori dal contesto. A questo punto ci si chiede come si possa rinnovare, la o le porte da interni, in modo da renderle in tutto e per tutto, facenti parte dello stile della casa.

A tutto ciò va aggiunto che è da qualche anno che c’è una tendenza ad avere porte colorate diverse dal classico color legno.

Per coloro che amano il fai da te, di seguito ci sono le indicazioni per fare un buon lavoro con l’avvertenza che è meglio farsi aiutare da qualcuno che abbia già dimestichezza sia con lo smontaggio delle porte sia con la verniciatura di pannelli in legno o laminato.

 

Come verniciare la porta in Laminato in maniera sicura?

In seguito vedremo anche come si vernicia una porta in legno. Nel caso del Laminato occorre tener presente che la superficie è molto liscia, prima di iniziare bisogna fare un’attenta ispezione del pannello per verificare che non ci siano tagli o crepe in modo che la vernice attecchisca in maniera omogenea. 

Il materiale da aver a disposizione è:

  • Pennelli in setola di dimensioni varie e rullo
  • Vernice adatta al laminato (deve essere specificato che si tratta di vernice che si usa su pannelli in laminato)
  • Impregnante adatto al materiale, da applicare prima della vernice
  • Carta vetrata 120
  • Panni puliti
  • Detergente sgrassante
  • Mascherina
  • Occhiali protettivi
  • Guanti in plastica
  • Cavalletti per poggiare la porta in orizzontale

 

La porta va tolta dai cardini e poggiata su una superficie sicura, con un detergente sgrassante va pulita la superficie, si può utilizzare il fosfato di sodio, al termine della pulitura va detersa e asciugata per bene. Ovviamente bisogna ricordarsi di smontare la maniglia prima di procedere.

 

Visto che la superficie è molto liscia, bisogna fare in modo che diventi rugosa o ruvida, questo effetto si ottiene carteggiandola mediante carta vetrata con grana 120. Al termine della carteggiatura occorre evitare di lasciare del materiale residuale, bisognerà quindi procedere con un panno pulito.

 

Avere una buona mano è importante per evitare accumuli di vernice eccessiva, con il risultato di produrre un effetto posticcio e innaturale. La prima mano è del impregnante che deve essere apposito per il laminato, nell’etichetta sono specificate queste informazioni e anche le modalità di impiego.

 

La vernice adatta per laminati è il secondo strato da applicare in maniera omogenea, questa vernice è disponibile in barattolo da 750 ml ed è a base di olio o di lattice. Se questa operazione viene fatta in luogo chiuso, c’è il pericolo di inalare sostanze chimiche pericolose per la salute, è quindi necessario ventilare la zona di lavoro, dopo le mani di vernice.

 

Per ottenere un effetto di design, sicuro in tutta la casa, le porte da interni vanno tutte riportate allo stato ottimale, bisogna quindi valutare se sia veramente il caso di impegnarsi in un’impresa non semplice.

 

 

Come verniciare la porta in Legno in maniera sicura?

 

La ristrutturazione di una porta in legno richiede una certa cura. Normalmente la porta oggetto dell’intervento è già stata verniciata in precedenza, per riportarla allo stato naturale occorre utilizzare della soda caustica. Andiamo con ordine.

 

La prima attività è quella della pulitura che può essere fatta a porta ancora montata sui cardini. La carteggiatura va eseguita con carta vetrata con grana 100. Si può utilizzare, al posto della soda caustica, uno sverniciatore per eliminare i piccoli residui di vernice. 

 

A questo punto la porta può essere smontata dai cardini per essere appoggiata con cura sui due cavalletti. Si procede con la lavatura mediante acqua calda. Eventuali crepe o buchi vanno riparati con lo stucco per legno utilizzando una spatola e cercando di livellare attentamente.

 

Quando lo stucco è asciugato e livellato, si può passare uno strato di impregnante adatto per il legno. A questo punto si può iniziare la verniciatura vera e propria, avendo cura di procedere dalle parti esterne verso l’interno, se possibile va tenuto sempre lo stesso verso di verniciatura. Per ottenere un risultato pulito e duraturo, quest’ultima operazione va fatta due volte.

 

Consigli pratici

Le porte interne sono delicate quando ci si mette mano, la cosa migliore è fare delle prove su pannelli in laminato per verificare l’effetto finale, ma anche per rendersi conto se si è in possesso delle necessarie conoscenze e manualità, per ottenere un lavoro di qualità.

 

In commercio ci sono molti prodotti che aiutano a sverniciare la porta, bisogna fare molta attenzione perché sono tossici. Per sverniciare in maniera accurata, è sufficiente carteggiare con attenzione, sin può iniziare da una carta vetrata più pesante per finire con una più fine. Lo strumento elettrico che vi permette di fare questo lavoro, è molto comodo e veloce.

 

Lo spostamento di una porta deve essere fatto da due persone poiché, più del peso, impattano le dimensioni. L’interno di una porta in laminato è delicato e un colpo può deteriorarla per sempre.

 

Infine un consiglio per coloro che vogliono ottenere un particolare effetto di design. Le operazioni preliminari da compiere sono sempre le stesse, ciò che cambia è la verniciatura e il fissante. I grandi magazzini sono ben assortiti di prodotti ma male assortiti di consigli utili. Il personale difficilmente ha il tempo necessario e ha le reali conoscenze, per dare buoni consigli.

 

La cosa migliore è recarsi o telefonare a chi è esperto di porte da interno, in modo che possa informare dei prodotti da usare e delle tecniche giuste da adottare. 

 

Una porta in laminato danneggiata, il più delle volte va sostituita, gli interventi di restaurazione profonda, sono complessi e costosi, bisogna porre sulla bilancia, l’opportunità di recuperarla, oppure sostituirla con una nuova.

 

Ti è piaciuto l’articolo ? è stato interessante ?

Compila il form e resta in contatto con AnGer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *